La DAD non è il male assoluto: la DAD fatta come si sta facendo in Italia è il male assoluto. Ma si può migliorare, investendo sulla cinghia di trasmissione: gli insegnanti.

“Le indicazioni del MIUR sono chiare: tenete le lezioni come se foste in classe. Solo che in classe non ci siamo”. Fabrizio Venerandi, professore genovese tra i pionieri della letteratura elettronica, pensa che si stia perdendo una grande opportunità. “La didattica in digitale può essere diversa, si potrebbero usare strumenti di classe capovolta, o altri media come ad esempio una scrittura collettiva, in contemporanea, su un Google Doc condiviso…

Filippo Lubrano

Innovation and Internationalization Consultant, Journalist, Writer (Cybersec, Asia, Poetry)

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store